Il cooling intelligente di Schneider

Il cooling intelligente di Schneider

Una soluzione data center per ridurre i punti caldi e gli sprechi di energia laddove il raffreddamento è superiore a quello effettivamente necessario

di: Redazione del 16/06/2015 10:44

Cloud Computing
 
Schneider Electric ha annunciato la disponibilità di Cooling Optimize, un modulo software aggiuntivo disponibile per la suite di Data Center Infrastructure Management (DCIM), StruxureWare for Data Centers. Questa nuova funzionalità aggiunge intelligenza ai sistemi di raffreddamento in uso all’interno dei data center, consentendo significative riduzioni nei costi energetici e operativi, oltre a minimizzare gli incidenti di raffreddamento. Cooloing Optimize automatizza la risposta ai cambiamenti dell'ambiente all’interno dei Data Center per ridurre i punti caldi - dove il requisito di carico va oltre il raffreddamento - e gli sprechi di energia laddove il raffreddamento è superiore a quello effettivamente necessario
"La maggior parte dei sistemi di raffreddamento dei Data Center - afferma Soeren Brogaard Jensen, Vice President, Enterprise Software and Managed Services, Schneider Electric - sono studiati in modo da assicurare che i rack più caldi nella struttura abbiano una sufficiente distribuzione di aria fredda. Ciò si traduce in un grande spreco di energia, dal momento che l'intera struttura viene raffreddata più del necessario proprio a perché si tende ad affidarsi a tecniche di progettazione tradizionali. Per gli amministratori di questi Data Center, è impossibile stabilire come ridurre la quantità di raffreddamento senza rischiare arresti termici perché non sanno come farlo in modo sicuro".
Cooling Optimize consente ai responsabili di Data Center di comprendere la complessità del flusso dell'aria all'interno delle loro strutture, incluse tutte le fonti di calore, e i modi in cui il raffreddamento influisce su di esse. Si tratta di un sistema a circuito chiuso, il che significa che è in grado di imparare da qualsiasi azione venga posta in essere, come ad esempio le regolazioni di temperatura in ingresso, o l’aggiunta di apparecchiature, o le variazioni del carico IT, per mantenere il raffreddamento del data center costantemente ottimizzato.
Una volta implementato, Cooling Optimize consente agli operatori di monitorare in tempo reale lo stato di salute dei data center e di determinare l'impatto di qualsiasi evento di raffreddamento. Ciò permette anche di prevedere ed evitare surriscaldamento, concentrazioni di calore e problemi di capacità. Grazie a un’analisi continuativa durante l’utilizzo, possono essere programmate le future esigenze di capacità, ed eliminate le difficoltà relative alla necessità di raffreddamento.

Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota