HP, come valorizzare il cloud ibrido

HP, come valorizzare il cloud ibrido

La piattaforma cloud di HP diventa più aperta e più flessibile, garantendo supporto a più tecnologie hypervisor e piattaforme cloud di altri provider

di: Redazione del 08/06/2015 10:40

Cloud Computing
 
Con la nuova versione HP Helion CloudSystem 9.0 la piattaforma cloud di HP diventa più aperta e più flessibile, garantendo supporto a più tecnologie hypervisor e a piattaforme cloud di altri provider tra cui Amazon AWS e Microsoft Azure.
HP Helion CloudSystem, affermano in HP, è la soluzione cloud privata, end-to-end, pensata per aiutare i clienti a ottenere i vantaggi di un'infrastruttura ibrida, progettata per carichi di lavoro tradizionali e cloud-native, al fine di abilitare l'automazione, l'orchestrazione e il controllo su molteplici cloud, carichi di lavoro e tecnologie eterogenei.

"I clienti enterprise presentano una serie di esigenze legate al passaggio al cloud: alcuni necessitano di abilitare al cloud i carichi di lavoro tradizionali, altri cercano di costruire app cloud-native di ultima generazione utilizzando tecnologie moderne quali OpenStack, Cloud Foundry e Docker, ha affermato Bill Hilf, Senior Vice President, HP Helion Product and Service Management. Il supporto esteso per molteplici hypervisor e ambienti cloud in HP Helion CloudSystem 9.0 offre alle imprese e ai service provider una flessibilità ulteriore per ottenere i vantaggi legati al cloud per le loro applicazioni nuove ed esistenti". 

Le caratteristiche e i vantaggi di HP Helion CloudSystem 9.0 comprendono:
  • Supporto simultaneo per molteplici ambienti cloud, tra cui Amazon Web Services (AWS), Microsoft Azure, HP Helion Public Cloud, la tecnologia OpenStack e VMware, con la possibilità di controllare in toto la posizione in cui risiedono i carichi di lavoro.
  • L'ultima versione di HP Helion OpenStack, che espone le API del software OpenStack per semplificare e accelerare lo sviluppo e l'integrazione con altri cloud, e che offre add-on di facile utilizzo grazie a HP Helion Development Platform basato su Cloud Foundry.
  • Supporto per molteplici hypervisor, tra cui oggi Microsoft Hyper-V, Red Hat KVM, VMware vSphere e distribuzioni bare-metal, che offrono ai clienti maggiori possibilità di scelta ed evitano il vendor lock-in.
  • Supporto per cloud privati compatibili con AWS attraverso l'integrazione con HP Helion Eucalyptus, che offre ai clienti la flessibilità necessaria per distribuire i carichi di lavoro AWS esistenti nei cloud che controllano.
  • Supporto per dati non strutturati attraverso il progetto Swift OpenStack Object Storage.
  • L'ultima versione di HP Cloud Service Automation, che offre le capacità di gestione necessarie per controllare gli ambienti cloud ibridi e un percorso integrato per supportare il calcolo distribuito, la memorizzazione efficiente degli oggetti e uno sviluppo rapido di applicazioni cloud-native.
  • Un modello di configurazione intuitivo proposto come appliance virtuale, che permette rapide installazioni.
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota