Emc World 2015, spuntano i sistemi VxRack per la Terza Piattaforma

Emc World 2015,  spuntano i sistemi VxRack per la Terza Piattaforma

E’ la tecnologia a dominare la scena nella prima giornata a Las Vegas. Tra le ‘core technologies’ si fa spazio il primo sistema rack iperconvergente scalabile basato sui sistemi ingegnerizzati.

di: Barbara Torresani del 05/05/2015 08:50

Cloud Computing
 
Las Vegas – Emc World 2015Redefine.Next è il claim dell’edizione 2015 di Emc World, l’evento annuale organizzato da Emc nella cornice di Las Vegas che chiama a raccolta clienti e partner da tutto il mondo – quest’anno circa 14 mila - per conoscere l’evoluzione della strategia del vendor. Strategia che nel primo giorno dell’evento punta i riflettori sulle ‘core technologies’, svelando le principali novità tecnologiche a partire dalla nuova famiglia VxRack, sistemi iperconvergenti ingegnerizzati scalabili, e a seguire dalla versione 4.0 della tecnologia flash XtremeIO – nome in codice ‘The Beast’ a sottolineare nuovi livelli di performance, capacità di automazione e data service in linea; e ancora la piattaforma di servizi dati VMAX3 e il nuovo Data Domain 9500 per arrivare alla filosofia in logica Open source racchiusa nel progetto CoprHD.

emcworldlogo.jpg

Trasformare e ridefinire le infrastrutture

Sono queste le azioni principali che le aziende devono compiere in uno scenario caratterizzato da un mondo interconnesso, in cui il cambiamento è una costante certa e il fatto di essere agile e flessibile diventa un ‘must’. Siamo agli albori di un nuovo mondo, quello digitale a cui le aziende devono farsi trovare pronte e adattare e modificare il proprio business per rimanere competitive e tracciare il cammino verso il futuro.Il mondo sta diventando digitale e il software non è la killer application ma l’elemento abilitante. Un mondo che sta sulla punta delle dita, negli smart device, dominato dall’Information Generation, la nuova generazione di utilizzatori, quella che viene dopo i Millennials, che a loro volta sono arrivati dopo la generazione X, avvezzi alle nuove tecnologie alle quali chiedono molto”,  apre così la sessione plenaria David Goulden, Ceo, Emc Information Infrastructure. 
goulden.jpg
David Goulden, Ceo, Emc Information InfrastructureUn mondo che entro il 2020 vedrà 7 miliardi di persone collegate a Internet, 30 miliardi di device distribuiti sul globo e 44 ZB di dati l’anno, dove i nuovi utenti vogliono innovare in modo agile, operare e interagire in tempo reale, esaltare l’esperienza personale. E’ lì che bisogna guardare ed è dove le aziende devono orientarsi e fare evolvere i propri sistemi informativi. E’ un processo inarrestabile e deve essere fatto, senza se e senza ma: “L’89% delle Fortune 500 del passato oggi non esistono più”, enfatizza.
La sfida in questo caso per le aziende è quella di trasformare i propri sistemi informativi, superare le logiche a silos, farli evolvere per soddisfare le esigenze dell’Information Generation, facendo leva sui mega trend tecnologici quali Cloud Computing, Big Data, mobility, social… Queste sono le fondamenta della Terza Piattaforma –  l’infrastruttura It per i nuovi workload - che in continuità con le precedenti, apre un mondo di nuove opportunità per le aziende che saranno in grado di gestirla, integrandosi e orchestrandosi con il mondo IT tradizionale, oggi ancora baricentrato sulla Seconda Piattaforma, quella prevalentemente delle applicazioni Erp.
emcapertura.jpg
Tocca ai Cio delle aziende gestire questo momento di discontinuità:
 da una parte devono avviare la trasformazione evolutiva tendendo a bada i costi senza compromettere i livelli di servizio delle infrastrutture tecnologiche esistenti e, una volta liberati i costi, devono abilitare i nuovi scenari evolutivi per sviluppare applicazioni ottimizzate per il mondo digitale.
In questo disegno il ruolo giocato da Emc è quello di guidare questo processo di trasformazione e ridefinizione delle infrastrutture IT delle aziende; un percorso a tappe, che negli ultimi anni ha visto il vendor rilasciare via via gli elementi tecnologici portanti dell’infrastruttura e che oggi svela la nuova famiglia VxRack, sistemi rack iperconvergenti concepiti con un approccio appliance-oriented puntando alla semplicità da applicare ad ambienti data center di grandi dimensioni per aziende di livello enterprise e Service Provider.

Sistemi rack iperconvergenti
In sostanza, i Vce VxRack si pongono come sistemi rack iperconvergenti scalabili che consentono di semplificare pesantemente il deployement delle applicazioni di nuova generazione Tier 2, mobile e cloud. Da oltre cinque anni Emc abbraccia la tecnologia converged infrastructure – con caratteristiche di affidabilità, agilità e flessibilità - dapprima con i sistemi VSPex; ha poi definito una nuova categoria di sistemi convergenti nota come Vblock attraverso la coalizione Vce (VMware, Cisco, Emc), oggi solo della federation Emc dopo la fuoriuscita di Cisco dalla compagine. E’ stata poi la volta di VSPex Blue, l’appliance Vblock basata su Evo Rail di Vmware.

vrackemc.jpg
L’evoluzione odierna, invece, porta a questi nuovi sistemi ingegnerizzati al pari dei Vblock, che supportano le tecnologie Software Defined di Emc e Vmware, e sono basati su  building block standardizzati. Vce VxRack consente di partire da decine di server e scalare a centinaia di server – decine petabyte di capacità storage fornendo le più alte performance per IOP (1000 nodi, 240 IOPS, 38 PB di capacità). Sono sistemi completamente software defined, che fanno leva sullo storage software defined Emc ScaleIo e includono anche il SD networking.  
Vce VxRack offre flessibilità di scelta in relazione all’hypervisor, a partire da vSphere di VMware, o Kvm o bar metal e va a complementare i prodotti di punta di Vce Vblock e VxBlock costruiti sulle tecnologie best of breed, piattaforme principali per workload mission critical Tier 1 quali Erp e applicazioni enterprise core. A sua volta le appliance VSPEX Blue hyper-converged sono studiate per applicazioni di taglio small e medium business, mentre i nuovi VXRack supportano le applicazioni Tier 2 esistenti e quelle emergenti concepite nel cloud, offrendo una capacità di scalare estrema e ottimizzazione dei costi.  
Un’offerta di sistemi convergenti completa quella messa in campo oggi da Emc che spazia dai block alle appliance e si spinge ai rack.
rackapplaice.jpg
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota