IBM, l'IT cerca nuovi interlocutori nel top management aziendale

IBM, l'IT cerca nuovi interlocutori nel top management aziendale

BusinessConnect2014, Ibm mette in evidenza quanto la sua offerta possa creare valore all’interno delle diverse aree di business

di: Pm del 03/06/2014 15:31

Cloud Computing
 
Cloud, analytics, mobile, social. Le soluzioni che vengono declinate attorno alle quattro dimensioni strategiche del mercato rappresentano un’occasione per differenziare i soggetti cui tradizionalmente i vendor IT si sono sino a oggi rivolti. Non sono più solo l’organizzazione IT e il CIO a essere i referenti degli investimenti. Le nuove aree su cui si sta plasmando il nuovo mercato sottendono soluzioni e modelli di erogazione dell’IT che possono trovare buona accoglienza nella line of business, ovvero responsabili finanziari, delle risorse umane, del marketing alla ricerca di nuova efficienza.

dsc-1151.jpg
E’ questo quanto emerge dall’incontro BusinessConnect2014 evento attraverso il quale IBM ha voluto mettere in evidenza quanto la sua offerta possa creare valore all’interno delle diverse aree di business. Non si tratta più soltanto di mettere nelle mani delle organizzazioni IT tecnologia più performante che miri a fare di più e meglio con meno, ma di rendere disponibile un IT as a service che risponda in prima persona alle esigenze del top management aziendale.
Cloud, analytics, mobile, social sono dimensioni che si integrano per dare modo alle aziende di proporre un nuvo modello di relazioni, con i dipendenti, con i consumatori, con i cittadini. E’ quello che IBM chiama engagement, ovvero un nuovo modo per coinvolgere i diversi livelli di utenza della moderna Information Technology. In altre parole creare un ambiente che possa determinare una diversa esperienza utente.
Come ricorda Paolo degl’Innocenti, vice president del Software Group di IBM, nuove soluzioni che intercettano una nuova domanda dell’IT sono state create grazie a ingenti investimenti compiuti negli ultimi anni in aree strategiche, come gli analytics, dove si sono spesi 17 miliardi di dollari per un totale di 34 acquisizioni, o a livello infrastrutturale, con l’acquisizione di Softlayer e la conseguente capacità produttiva che si allargherà presto dagli attuali 15 data center a 40 data center che consentiranno di distribuire i carichi di lavoro in tutte le aree geografiche.
Craig Hayman, general manager per le Industry Cloud solutions, ha ricordato alla platea di BusinessConncet che le soluzioni IBM erogate in cloud sono 114 e che il numero a destinato a crescere rapidamente. Una delle ultime menzionate da Hayman è BlueMix, una piattaforma per lo sviluppo rapido di applicazioni mobile.

Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota