Onsite e cloud si combinano nell’Erp postmoderno

Onsite e cloud si combinano nell’Erp postmoderno

Un’analisi di Gartner segna il de profundis delle applicazioni customizzate, di fronte alle esigenze di agilità e flessibilità.

di: Redazione Impresa City del 03/02/2014 16:09

Cloud Computing
 
Il cloud computing è destinato a trasformare radicalmente l’approccio in passato molto integrato e specifico dell’Erp. La sentenza è di Gartner, che ha così buon gioco nel relegare le soluzioni customizzate, ancora ben radicate in Italia, nel mondo legacy, che diventa sinonimo di vecchio e superato di fronte alle crescenti esigenze di agilità e flessibiltà delle aziende.
L’analista si spinge quasi a fare nomi e cognomi delle realtà più arretrate, citando le grandi imprese di settori come l’energia, il manifatturiero e la distribuzione come quelle che hanno spinto per oltre un decennio sul fronte delle personalizzazioni specifiche, generando spesso sotto-insiemi di installazioni Erp da gestire e razionalizzare.
Secondo Gartner, soprattutto in questi casi, è giunto il tempo di prendere in considerazione l’ipotesi di passare a un Erp di tipo postmoderno, dove si combinano un “cuore” ancora installato onsite e una serie di applicativi e servizi cloud. In questo nuovo ambiente, gli Erp possono essere smembrati e poi riassemblati con un approccio integrato, loosely coupled, con molte funzioni destinate a spostarsi all’esterno, privilegiando così la flessibilità e la riduzione dei costi.
Entro il 2018, prevede l’analista, il 30% delle imprese avrà adottato un approccio ibrido, anche se su un orizzonte ancora più lungo è possibile che tutto l’Erp sia spostato sul cloud. L’avvertenza più importante, in questo scenario, riguarda la considerazione di tutti i costi nascosti in un processo evolutivo, in particolare quelli legati all’integrazione.
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota