Sap, il cloud per un business predittivo

Sap, il cloud per un business predittivo

Cloud computing e big data al centro di un evento Sap a Londra in cui si è fatto il punto sulle strategie societarie che guardano a un business predittivo. Ce ne parla Sven Denecken, Vice President, Strategy Cloud Solutions, Sap.

di: Barbara Torresani del 07/01/2014 09:45

Cloud Computing
 
Tra i principali paradigmi tecnologici che influenzano il presente e delineano il profilo del mondo futuro per Sap vi sono senza ombra di dubbio il cloud computing e il big data, accanto a mobility e social business. E’ proprio su i primi due che la società sta ponendo una forte enfasi, modelli che si intersecano, come è emerso in un recente incontro a Londra, in cui il vendor di origini tedesche ha ribadito il proprio impegno nell’abilitare tali paradigmi, presentando anche alcuni casi concreti di applicazioni.
“Puntiamo a rendere l’utilizzo del software sempre più appeling e consumer like”, dice Tim Minham, Cmo di Sap. “Alle origini si guardava al cloud in termini di efficienza e di riduzione del Tco, ma non è qui che risiede il valore di business di tale paradigma. Secondo Sap è da ricercarsi nell’innovazione e nell’agilità”. Un’innovazione introdotta da un nuovo modo di fruire dell’IT che poggia su prodotti che consentono di abilitare nuovi modelli di business e avere risposte in tempo reale per adattare i processi di business e soddisfare al meglio le richieste dei clienti. L’agilità è necessaria per tenere il passo del cambiamento, adattarsi velocemente a un business in forte trasformazione. “Un cloud computing che consente di automatizzare i processi, favorire la collaborazione, gestire al meglio la forza lavoro, abilitare un business predittivo,” afferma Minham.
sapcloud.jpg

Il cloud a cui fa riferimento Sap è un cloud a tutto tondo,
come ci spiega Sven Denecken, Vice President, Strategy Cloud Solutions, Sap, adattabile alle esigenze di coloro che scelgono di adottarlo e disponibile ovunque. Esprime bene il concetto il claim: Your cloud, your way and start anywhere e go everywhere. "Sap, infatti, offre ai clienti la possibilità di scegliere il proprio cloud, di intraprendere un viaggio sulla nuvola, stabilendo cosa portarci sopra e cosa no, quando, come e dove, il tutto in modo flessibile”, prosegue. Un percorso alternativo e complementare all’on premise.
In termini di offerta Sap mette in campo una sigola piattaforma per favorire una scelta flessibile, con suite best of breed per massimizzare la semplificazione dell’IT. L’offerta spazia da Sap Hana Cloud Platform a Sap Hana Enterprise Cloud (per il private e managed cloud) fino a tutta l’offerta Saas di applicazioni.
Il cloud pubblico poggia sulla piattaforma Ariba, con un volume complessivo che supera i 500 miliardi di dollari di transazioni destinato a raddoppiare entro il 2016 o quello dell’acquisita SuccessFactors per la gestione delle risorse umane. E tutto il portafoglio va in direzione Sap Hana: “Stiamo rapidamente portando tutto il nostro portafoglio cloud sulla piattaforma di in-memory computing Hana”, dice Denecken. “Il cloud non è una semplice tecnologia è un nuovo modo di concepire e abilitare il business e come tale deve essere accolto e capito da clienti e partner per coglierne appieno il valore di business”, sottolinea.
Il processo di adozione non è uniforme e così rapido in tutti i paesi ci dice Denecken, ma è un processo inarrestabile, non una moda.
sapdenecken-800-465-new.jpg
A Londra presentati i casi di applicazione di Kaeser Kompressoren e Expro Group. Kaeser, società tedesca  con un organico a livello mondiale di 4.400 persone distribuite in cinque continenti specializzata nella produzione di compressori e dispositivi aggiuntivi, ha adottato Sap Jam per un progetto di social collaboration. La società aveva la necessità di adottare un modello flessibile di collaborazione, che consentisse ai dipendenti e ai partner di comunicare e scambiarsi informazioni  in modo agile. Ha optato per Sap Jam, sistema di collaboration centrale disponibile in cloud e integrato con Sap Crm che ha permesso di migliorare collaborazione, comunicazione e qualità del lavoro e velocizzare la fase di esecuzione. Il ciclo di vendita, inoltre,  è diventato più semplice e veloce.  Prossimo step? “Mantenere i processi core on premise e portare in cloud i fornitori lungo tutta la catena di fornitura”, afferma Martin Schamberger, Application Manager, Kaeser Kompressoren.
Di fronte alla crescita dello staff interno Expro Group, società di workflow management, ha dovuto affrontare il problema di fare lavorare le persone allo stesso modo. La scelta è caduta sulla piattaforma SuccessFactors di Sap, in grado di standardizzare i processi organizzativi e renderli trasparenti. Il prossimo passo, come racconta il Cio Martin Ogden, sarà quello di ragionare in logica cloud.   

Il potere delle analisi predittive
Lo scorso settembre Sap ha annunciato l’acquisizione di Kxen, società privata con quartier generale a San Francisco e sedi operative a Parigi e Londra, unicamente specializzata in tecnologie analitiche predittive. E’ un mercato promettente quello del software di analisi predittiva indirizzato da Kxen che secondo Idc oggi vale circa 2 milioni di dollari e nelle previsioni nel 2017 dovrebbe toccare i 3 milioni di dollari.
Di fronte all’affermarsi del fenomeno del Big Data per le aziende è riduttivo analizzare i dati relativi al presente; diventa invece molto più interessante poter prevedere il futuro e reagire in modo proattivo per guadagnare vantaggio competitivo. Kxen fornisce tool di analisi predittiva che automatizzano il processo end-to-end di modellizzazione, aiutando a rilasciare modelli predittivi robusti e altamente accurati. Si tratta di prodotti che sostituiscono i processi classici di creazione dei modelli, manuali, ripetitivi e soggetti agli errori umani.
Con questa acquisizione l’idea di Sap è quella di combinare i prodotti portati in dote da Kxen con la propria offerta di software analitici e di business intelligence al fine di aiutare i clienti a utilizzare funzionalità di analisi predittiva per prendere decisioni migliori su petabyte di big data. Fondamentale il fatto che Kxen supporta tale obiettivo portando l’analisi predittiva nel cloud e all’interno delle applicazioni aziendali. Funzionalità particolarmente utili in mercati verticali data-intensive quali quelli delle telecomunicazioni, il reatail, consumer, servizi finanziari, manufacturing e sanità.
Primo frutto concreto dell’acquisizione il lancio lo scorso dicembre della soluzione SAP InfinitelInsigh (questo il prodotto di  punta della società) per trarre vantaggio da funzionalità avanzate di analisi predditiva a un ampio spettro di utenti. La soluzione risponde alla necessità delle aziende che ancora oggi per il 95% riportano un incremento del volume dei dati con cui hanno avuto a che fare nell’ultimo anno ma il 75% afferma di trovare ancora molte difficoltà a trarne benefici senza ricorre a personale specializzato. Ed è proprio su questa capacità fruibile attraverso il cloud che Sap pone l’accento: situazione in cui si sfruttano funzionalità di predictable analytics, che Sap offre combinando le funzionalità della propria offerta di business analytics con quelle portate in dote da Kxen ma anche da partner e clienti. “In questa direzione spingiamo un concetto di co-innovation – spiega Denecken -.L’idea è quello di creare team che coinvolgono Sap e i suoi dipendenti, clienti e partner per risolvere velocemente problematiche di business sviluppando applicazioni con un approccio standard. Tutti gli attori coinvolti nel processo mettono a disposizione le proprie competenze per collaborare sull’innovazione. E’ il concetto del business network in prospettiva b2b, che coinvolge più persone sul fenomeno per favorire l’accelerazione della risoluzione dei problemi mediante la creazione di tool e soluzioni. E se il cloud computing in questo contesto permette di scalare, il modello di analisi predittiva permette di anticipare i fenomeni, interpretarli e capirli per sviluppare prodotti adatti al contesto che consentano di risolvere i problemi.” E prosegue: “Bisogna sfruttare il processo di collaborazione e socializzazione: le interazioni, la user e la customer experience e le indicazioni che provengono dagli influencer. Utilizzare informazioni multicanale in una vista singola così come l’esperienza interna delle persone portata in contesti di business per raggiungere i propri obiettivi in modo più veloce, rapido ed efficace sfruttando funzionalità analitiche e il cloud che consente di fare tutto in modo più veloce. Un concetto di network collaboration che traguarda l’idea di un marketplace a cui possono prendere parte molti partecipanti”.
Gli ambiti di applicazioni sono molteplici; uno che vede particolarmente impegnata Sap è quello della sanità, per sviluppare sistemi di medical decision support e favorire la ricerca biomedicale. In questa direzione sono parecchie le iniziative su cui Sap sta lavorando. Lo scorso giugno, per esempio, Sap e la tecnica University di Monaco hanno annunciato ProteomicsDB, una nuova offerta basata sulla piattaforma Sap Hana che immagazzina informazioni relative alle proteine e ai peptidi raccolti da esperimenti basati sulla spectrometria. I dati proteomici assemblati nella nuova offerta provengono dall’identificazione di proteine mappate da oltre 18 mila geni umani. Questo rappresenta la copertura del 90% del proteoma umano. I dati immagazzinati e analizzati con ProteomicsDB possono essere utilizzati in ricerche biomedicali per scoprire rimedi terapeutici, sviluppare nuove medicine e metodi diagnostici.ProteomicsDB raccoglie oltre 11.000 set di dati relativi a linee di cellule tumorali, fluidi corporei e tessuti, abilita analisi real-time di questi dati dimensionali e crea valore permettendo di testare ipotesi analitiche.
Sap, inoltre, è coinvolta sull’analisi del genoma con la Stanford University, sul progetto relativo all’analisi molecolare, collabora col National Center for Tumor Diseases (NCT) di Heidelberg e sul Medical Device Lifecycle Management con Medtronic.

Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota