Internet of Things e la nuova dimensione dell'IT

Internet of Things e la nuova dimensione dell'IT

La dimensione dell’IT tende a inglobare scenari in precedenza del tutto inesistenti andando così a innescare ipotesi di sviluppo del tutto innovative

di: Redazione del 09/10/2013 13:55

Cloud Computing
 
Nel 2013 la crescita globale prevista per l’IT è di circa il 4%. E’ quanto afferma Peter Sondegaard, responsabile della ricerca di Gartner. Ma parlare di crescita globale è sempre più fuorviante poiché le differenti economie viaggiano a velocità di gran lunga diverse e, soprattutto , considerato lo stato attuale dei mercati, è molto difficile fare ipotesi su quanto si potrà verificare il prossimo anno, prova ne è il continuo aggiornamento che è stato fatto nel corso dell’anno rispetto alle proiezioni di crescita del 2013. ritracciando le performance profetizzate a inizio 2012. Ci si attende una ripresa da parte dell’Europa, gli Stati Uniti sono un grande punto di domanda mentre nelle economie emergenti si riscontra un rallentamento complessivo.
La dimensione dell’IT tende tuttavia a inglobare scenari in precedenza del tutto inesistenti andando così a innescare ipotesi di sviluppo del tutto innovative. Uno scenario di sicuro effetto è quello dell’Internet of Things, caratterizzato dalla presenza di oggetti di ogni ordine e grado che grazie alla loro capacità di comunicare porteranno internet in uno nuovo stadio evolutivo. A questo proposito Gartner stima che il numero di dispositivi oggi connessi a internet potrebbe raggiungere nel 2020 i 30 miliardi rispetto agli attuali 2 miliardi e mezzo costituiti prevalentemente da PC e mobile phones. Saranno "oggetti" che avranno tutti un proprio indirizzo IP il che vuol dire che l’IT sarà sempre più pervasiva e che la tradizionale spesa enterprise lascerà il passo a una economia IT di rete molto più estesa rispetto a quella attuale.
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota