Cinetrailer migra da Amazon ad Azure

Cinetrailer migra da Amazon ad Azure

Migrare sul cloud di Microsoft ha consentito di ridurre costi e semplificare la gestione complessiva del back-end, afferma l'ad Marco Dufour

di: Pm del 09/07/2013 09:00

Cloud Computing
 
CineTrailer è l’app sviluppata dall’agenzia media digitale italiana DDM. Permette di guardare i trail dei film, trovare e scegliere il cinema da dispositivi Windows e Android. Vanta 2,5 milioni di download ed è disponibile in 11 Paesi e 9 lingue in Europa. In media nell’ultimo periodo si è avuto un incremento di 100 mila nuovi download al mese, dice Marco Dufour, Amministratore Delegato di DDM e Responsabile dello Sviluppo di CineTrailer, incontrato a Madrid nei giorni del Teched.
DDM ha fatto parlare di sé per avere migrato la propria tecnologia di back-end da Amazon Web Services (AWS) a Windows Azure. “Migrare sulla piattaforma cloud di Microsoft ha consentito di cambiare, evolvere e scalare rapidamente per soddisfare le esigenze dei nostri clienti,” afferma Dufour. “Il costo è all’incirca la metà rispetto a quanto spendevamo prima e non dobbiamo sostenere le spese associate alla creazione e alla manutenzione di un database server dedicato". "Con Windows Azure – aggiunge Camillo Morganti, Business Development Manager di DDM - tutto ciò di cui abbiamo bisogno sono poche righe di codice e possiamo distribuire la nostra app in un ambiente completamente scalabile.”
Il progetto Cinetrailer, inizialmente creato per il web, è stato portato su mobile 4 anni fa. “Avevamo allora avuto l’intuizione – racconta Dufour - che potesse essere un’opportunità, un territorio ancora vergine su cui investire e ottenere dei ritorni superiori a quelli del web, mercato che si presentava presidiato da competitor ampiamente affermati e difficilmente contrastabili. La nostra scommessa è andata su Android quando ancora il mercato non dava più di tanto credito all’avventura Google su mobile e in seguito abbiamo esteso l’app al mondo Windows. Due scelte coerenti con il nostro modello di business, dice Dufour. Il mercato Apple è presidiato da concorrenti che hanno conquistato una leadership. Puntare al mercato Windows, così come quello Android, presentava invece più opportunità per una società delle piccole dimensioni come la nostra poiché la nostra app è stata la prima nel mercato di riferimento disponibile su Windows Store e crediamo possa avere ulteriori sviluppi, così come è stato per Android. Un altro mercato cui guardiamo con interesse e sul quale abbiamo già iniziato ad investire è quello della Smart TV.
“Passare da AWS ad Azure, per noi che da sempre abbiamo sviluppato in ambiente .NET - dice Morganti - ha significato migliorare la gestione complessiva dell’infrastruttura SQL e Windows Server. La gestione di tutti i processi non è solo più facile, ma economicamente più vantaggiosa. Rispetto ad AWS Azure ci permette di trarre il massimo vantaggio in termini di scalabilità. La disponibilità di capacità in relazione ai picchi di traffico, tipicamente 300 mila connessioni contemporanee il sabato pomeriggio, si è rivelata più efficiente e meno complessa. Se si faceva qualche errore di valutazione su Amazon erano guai seri. Con Azure – conclude Morganti - siamo convinti di avere trovato il cloud a noi più adatto”.
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota