I software di Oracle sbarcano su Azure

I software di Oracle sbarcano su Azure

L’accordo stipulato con Microsoft garantirà il funzionamento del principali prodotti di Oracle negli ambienti virtualizzati Hyper-V e sulla piattaforma cloud Windows.

di: Redazione Impresa City del 26/06/2013 10:58

Cloud Computing
 
Come anticipato ieri, Oracle e Microsoft hanno annunciato una partnership in base alla quale il database, gli application server e il linguaggio di programmazione Java verranno resi disponibili su Azure, l’infrastruttura cloud di Microsoft.
L’accordo, che garantirà anche il supporto di Oracle per la piattaforma di virtualizzazione Windows Server Hyper-V, è effettivo da subito. Quindi, i clienti che possiedono licenze per i prodotti della casa di Larry Ellison potranno utilizzarle per implementazioni su Azure o su altri ambienti autorizzati, come Amazon Web Services.


Le implicazioni dell’intesa
In un certo senso, Oracle è stata costretta a siglare la partnership con Microsoft, essendo ampia la base di clienti che fanno girare carichi di lavoro su Windows Server. Questi utenti, in cambio di costi annuali piuttosto alti, si aspettano che il vendor allarghi le opzioni per le implementazioni basate su Windows via via che diventano disponibili.
Oracle dispone di un proprio servizio cloud, simile ad Azure, ma l’accordo segna un adeguamento di strategia, in direzione dell’apertura e dell’ampliamento delle opzioni per i clienti. Il passo è stato reso necessario anche per contrastare la diffusione dell’utilizzo di piattaforme open source per il middleware e il database sulla nuove piattaforme di implementazione. Microsoft, dal canto proprio, potrà rafforzare la posizione di Hyper-V contro vSphere di VmWare e metterà Windows Azure più o meno sullo stesso piano di Amazon Web Services nella battaglia delle piattaforme cloud.
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota