Microsoft, come rendere smart l'esperienza retail

Microsoft, come rendere smart l'esperienza retail

Come supportare aziende e organizzazioni che operano nel mercato retail e che vogliono intraprendere un percorso di Digital Transformation

di: Redazione del 17/01/2017 10:12

Big Data & Analytics
 
In occasione del Retail BIG Show, evento annuale dedicato alle soluzioni IT per il settore Retail, in corso a New York (15-17 gennaio 2017), Microsoft conferma il proprio impegno a supportare  aziende e organizzazioni che operano nel mercato Retail e che vogliono intraprendere un percorso di Digital Transformation.  

Durante l’evento Microsoft ha presentato soluzioni di cloud computing basate su Microsoft IoT Suite, Cortana Intelligence Suite e Power BI Technology, soluzioni che, secondo quanto affermato dal vendor, consentono ai rivenditori di competere al meglio sul mercato offrendo ai clienti esperienze in-store personalizzate e differenziate. 

"Il modo di acquistare prodotti si trasforma rapidamente, e il ruolo del rivenditore ha già subito cambiamenti importanti, affermano in Microsoft La tecnologia ha rivoluzionato il tradizionale modello aziendale dell’intero settore del Retail: se in passato un singolo canale di vendita era sufficiente e alla maggior parte dei rivenditori bastava scegliere se investire sulla propria offerta online o su punti vendita fisici, oggi per avere successo il rivenditore moderno deve essere in grado di creare esperienze differenziate e personalizzate".

Secondo Deloitte sempre più clienti si aspettano che i rivenditori siano in grado di soddisfare immediatamente, o persino prevedere, le loro esigenze e i loro desideri. "L’esperienza di acquisto non è più un evento isolato, ma parte di un processo integrato, in grado di abbracciare negozi online, social media, negozi fisici e altri spazi. Il confine che separa le esperienze di acquisto online e offline si fa sempre più sottile, tanto che si calcola che i social media influenzino il 33% degli acquisti in negozio".

Secondo quanto affermato da Microsoft, "Grazie alle nuove tecnologie basate sul cloud (come l’apprendimento automatico, l’analisi avanzata e l’intelligenza artificiale) i retailers possono unificare aree aziendali separate e rivoluzionare il modo in cui interagiscono con i clienti di oggi, sempre più informati e tecnologicamente avanzati"

Un esempio delle possibilità offerte dalla nuove tecnologie in ambito retail è fornito da Coop. La catena di supermercati italiani ha già aperto il suo primo ‘supermercato del futuro’, grazie alla collaborazione dei partner Microsoft Accenture e Avanade. I clienti Coop possono utilizzare Microsoft Azure e Kinect per ottenere informazioni, come valori nutritivi e provenienza di più di 6.000 prodotti, e semplificare notevolmente l’esperienza di acquisto. Infine, il cloud computing di Microsoft consente a Coop di analizzare il comportamento dei consumatori per migliorare costantemente il servizio erogato. 
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota