La virtualizzazione dei dati secondo Delphix

La virtualizzazione dei dati secondo Delphix

Presente da pochi anni in Italia, ma in rapida crescita, l’azienda punta su un’offerta Data-as-a-Service originale per velocizzare e rendere più economica la creazione di ambienti di test per lo sviluppo o la sicurezza.

di: Roberto Bonino del 04/07/2016 09:15

Big Data & Analytics
 
Molte imprese, soprattutto in settori come le telco, il finance o il retail, sentono sempre più la necessità di essere più veloci nel rilascio di nuove applicazioni, pur conservando la necessità di doverle testare prima della messa in produzione. In linea di massima, questo significa dover copiare quantità anche importanti di dati per ogni esigenza, con conseguenti oneri economici, impiego di tempo ed esposizione a errori.
Una risposta a questo tema viene fornita da Delphix, un’azienda fondata nel 2008 da Jedediah Yueh, delphix-mauro-trione-small.pnggià creatore di Avamar (poi acquisita da Emc). L’azienda propone un’offerta che si può catalogare come Data-as-a-Service (DaaS), basata su un’appliance software, che consente di effettuare una sola copia virtualizzata dei dati di produzione (sono supportati vari tipi di Dbms), mascherando anche le informazioni sensibili: “Viene creato un unico repository, al quale si accede ogni volta che può essere necessario ed è sempre aggiornato – spiega Mauro Trione, regional sales director South Emea di Delphix -. Non c’è oggi nessuna azienda che si occupa di rendere disponibili i dati per attività di sviluppo o test. Anche chi crea un ambiente virtualizzato ha il problema di dover fare le copie fisiche, mentre con noi questa necessità viene eliminata”.
I team di sviluppo delle aziende più strutturate sono il target primario della proposta, poiché lì è più alto l’interesse per la possibilità di lavorare in modo sicuro con dati reali. Un tipico caso di utilizzo è quello di realtà che, pur mantenendo on-site la produzione, stanno pensando di gestire l’ambiente di test e sviluppo in cloud. La piattaforma consente di raccogliere i dati, virtualizzarli e mascherare quelli sensibili, prima di riprodurli e allocarli su infrastrutture anche pubbliche (Aws e Google Cloud sono supportate). La componente di sicurezza è stata rafforzata con l’acquisizione di Axis Technology Software, avvenuta oltre un anno fa.
In Italia, Delphix è presente da circa tre anni, nei quali si è registrata una forte crescita: “Quando sono arrivato io – ricorda Trione – ero da solo, mentre oggi siamo in 24 e nell’ultimo anno siamo cresciuti del 70%, anche se partivamo da numeri ancora contenuti”. Uno dei primi clienti acquisiti sul territorio nazionale è stato Fastweb, che ha scelto la soluzione DaaS per accelerare l’uscita di determinati servizi, consentendo ai propri sviluppatori di lavorare con i dati più aggiornati e accedere on demand a specifiche risorse, riducendo sensibilmente gli errori e i costi connessi.
Oltre a operare in modo diretto sulle grandi aziende, a partire dalle telco, dove la presenza in Italia è estesa anche a Telecom Italia e H3G (utility, finance e retail sono in fase di sviluppo), Delphix ha iniziato ad attivarsi per costruire un proprio canale: “Siamo partiti con alcuni system integrator su progetti specifici, come Ericsson o Atos – precisa Trione – mentre negli ultimi tempi abbiamo esteso le relazioni ai rivenditori a valore aggiunto, per avvicinarci alle medie aziende, che hanno problematiche analoghe alle realtà più complesse e alle quali possiamo proporre una soluzione alla loro portata, sia in termini economici che di completezza funzionale”. 
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota