Imprese ormai mature per la business intelligence in cloud

Imprese ormai mature per la business intelligence in cloud

In base a uno studio realizzato da Idg Research Services, oltre il 70% delle aziende dispone di una soluzione Bi sulla nuvola.

di: Redazione ImpresaCity del 23/02/2016 11:44

Big Data & Analytics
 
Entro i prossimi tre anni, la business intelligence dovrebbe essere migrata in grande misura nel mondo cloud. Il 38% delle aziende, infatti, dovrebbe aver adottato un approccio puramente legata alla nuvola, mentre il 36% avrà scelto la via ibrida.
Il dato deriva da una ricerca condotta da Idg Research Services e commissionata da Informatica. Il campione corrisponde a 200 It decision maker, che lavorano in aziende della regione lavorano in aziende della regione Emea. Nei prossimi 12 mesi, il 68% di coloro che hanno risposto ricercherà attivamente si valuterà almeno una soluzione Bi nel cloud, mentre il 15% l'ha già implementata. In media, il 46% dei progetti utilizzerà totalmente o in parte tecnologie cloud.
Le tre principali componenti che influenzano le decisioni in materia sono l'integrazione dei dati, il data warehousing e gli analytics. Mi direttivo del ricorso al cloud è legato alla possibilità di trarre il maggior vantaggio dal volume di dati da elaborare, tanto dal punto di vista quantitativo quanto per la varietà di fonti interne ed esterne. Le capacità di analisi, dunque, devono essere rafforzate, a migliorare la qualità e la coerenza dei dati, ma anche la visualizzazione e l'aggregazione in tempo reale.
I principali vantaggi citati per l'utilizzo di soluzioni Bi in cloud riguardano i costi (60% del campione), la riduzione del tempo di messa in opera (61%) e la maggior libertà di scelta per le funzioni non tecniche (51%). La profittabilità dei progetti di analisi viene ritenuta in questo modo più rapida (39%) e si registra una maggior capacità di adattarsi a differenti fonti di dati, come i social media e l'IoT (37%).
Il campione realizzato da Idg Research Services ha citato cinque criteri di valutazione per le soluzioni analitiche in modalità cloud. Il primo riguarda la robustezza come garanzia per la protezione dei dati (l'81% la giudica molto importante), mentre a seguire troviamo la semplicità di utilizzo (78%), la facilità di amministrazione (77%), la capacità di integrare i dati onsite e in cloud (76%) e la possibilità di riconciliare e ripulire i dati (74%). Altri criteri, come la disponibilità delle risorse e la rapidità di avviamento si trovano giusto dietro.
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota