In progressiva crescita la spesa marketing associata all'IT

In progressiva crescita la spesa marketing associata all'IT

Secondo ricerca CMO CLub il 57% dei CMO prevede un aumento dei budget nei prossimi 2-3 anni. I canali social e digital sono tra le aree principali di investimento

di: Redazione del 02/09/2015 18:06

Big Data & Analytics
 
I risultati della ricerca condotta da The CMO Club, in collaborazione con IBM, che ha coinvolto 100 frai i principali membri del Club - decisori con una disponibilità di budget pari o superiore a 1 milione di dollari - emerge una chiara progressione del valore del marketing nella spesa IT (vedi infografica), una tendenza che viene confermata da Foundation Capital, secondo la quale la spesa in tecnologia dei CMO decuplicherà in 10 anni, passando da 12 miliardi a 120 miliardi di dollari.  

Non c'è da stupirsi affermano gli atuori della ricerca: i consumatori impegnano le aziende su canali differenti, cercano prodotti coi dispositivi mobili, acquistano dai tablet e ritirano la merce nel punto vendita. Il fenomeno incide pertanto sulle modalità di ingaggio e spinge i CMO - la cui esigenza, lo afferma il 53% del campione, è quella di generare ricavi più elevati - a concentrarsi su fidelizzazione e fedeltà al brand promuovendo la customer advocacy su tutta l'esperienza di acquisto.

"Il rapporto brand/cliente non è più costruito su interazioni isolate, è una relazione in corso che deve abbracciare tutti i punti di contatto del customer journey", afferma Deepak Advani, General Manager IBM Commerce. “La dinamica del passaggio e il ruolo in evoluzione dei CMO rivelano inoltre un'enorme opportunità per i CMO di espandere ulteriormente la loro influenza, penetrare in silos organizzativi e creare un impatto che va oltre il marketing disponendo dell'esperienza globale del cliente”.  

Il 57% dei CMO prevede un aumento dei budget nei prossimi 2-3 anni e i canali social e digital sono tra le aree principali di investimento, anche se il marketing tradizionale continuerà a esercitare il suo peso. La maggiore voce di spesa, pari al 13% del budget, è comunque rappresentata dalla generazione di contenuti, che viene ritenuta fondamentale per coinvolgere i consumatori in un dialogo costante.  

Per Chris Campbell, CMO di CNO Financial, "si tratta di una migrazione all’interno della quale non tutto deve essere digitale. Quest'ultimo sta crescendo a un ritmo veloce ma TV, radio e carta stampata hanno ancora una certa importanza”.  

Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota