Università di Pisa in Big Data con Hadoop Cloudera

Università di Pisa in Big Data con Hadoop Cloudera

Collaborando con Dell, Intel e i loro partner l'Università è ora in grado di progettare e sviluppare algoritmi e modelli per la ricerca accademica

di: Redazione del 03/03/2015 12:47

Big Data & Analytics
 
Il Dell | Intel Competence Centre per Cloud e High-Performance Computing (HPC) presso l’Università di Pisa si è arricchito di un’infrastruttura Big Data Hadoop firmata Cloudera. Obiettivo dell’iniziativa è quello di generare opportunità su soluzioni Big Data superando uno dei limiti principali all’adozione di questa tipologia di soluzione, ovvero la mancata disponibilità di infrastrutture Proof-of-Concept (PoC) per effettuare test puntuali e dimostrarne i vantaggi offerti. La nuova infrastruttura dedicata ai PoC e alle attività teorico-pratiche degli studenti è costituita da un cluster di 8-nodi basato su infrastruttura Dell e Intel, assieme a software Cloudera.
“La capacità di analizzare grandi quantità di dati e trovare una sintesi che supporti decisioni più consapevoli sarà un aspetto chiave delle conoscenze del futuro”, dice il Prof. Paolo Ferragina, prorettore per la Ricerca applicata e l’innovazione dell’Ateneo pisano. “L’Università di Pisa è all’avanguardia mondiale nelle ricerche su questi temi e, grazie a queste competenze, contribuisce a formare i Data Scientist del domani. Collaborando con Dell, Intel e i loro partner siamo stati in grado di progettare e sviluppare algoritmi e modelli per la ricerca accademica, che ci permettano di avvicinare il mondo accademico a quello produttivo”.
Grazie a questa infrastruttura, il Competence Center potrà fornire un maggiore contributo alle attività accademiche. A fine gennaio 2015 è stato avviato un Master, organizzato dal Dipartimento di Informatica dell’Università di Pisa, in collaborazione con il CNR, volto alla formazione di Data Scientist. Si tratta di una figura professionale sempre più richiesta nel panorama globale, che unisce le competenze dell’informatico e dello statistico. A fine 2015, una volta terminato il corso, gli studenti verranno invitati a effettuare uno stage presso l’Università o altre realtà industriali, con l’obiettivo di favorirne l’ingresso in azienda. 
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota