L’Oltp in-memory nel nuovo Sql Server 2014

L’Oltp in-memory nel nuovo Sql Server 2014

A distanza di due anni, arriva la versione aggiornata del database di Microsoft, che si focalizza su analytics e cloud.

di: Redazione Impresa City del 19/03/2014 11:20

Big Data & Analytics
 
Dal 1° aprile dovrebbe essere disponibile Sql Server 2014, a due anni di distanza dalla versione attualmente sul mercato. In questo lasso di tempo, Microsoft ha investito soprattutto sul motore Oltp in-memory (progetto Hekaton), che punta a moltiplicare le prestazioni transazionali (da 2 a 30 volte) e si aggiunge ad altre funzionalità già disponibili in-memory. Questa novità sarà parte integrante del prodotto nella sua licenza base.
Più composita sarà anche la proposta commerciale, poiché Sql Server 2014 sarà disponibile come prodotto da installare onsite, versioni cloud (Azure Sql Virtual Machines e Azure Sql Database) e connessioni fra le due soluzioni con un set di strumenti comuni (di amministrazione, gestione delle identità, virtualizzazione). Microsoft ha già messo a disposizione della propria comunità due versioni preview (Ctp, ovvero Community Technology Preview), la seconda delle quali è stata scaricata nel 20% dei casi (200mila in tutto) attraverso immagini Windows Azure sulla piattaforma IaaS del cloud pubblico.
Fra i casi tipici di utilizzo ibrido, figurano il backup dei dati installati onsite verso Azure, basandosi su Sql Server Management Studio e utilizzando istruzioni T-Sql e il linguaggio PowerShell. Il backup potrà essere realizzato manualmente o in modalità gestita, in quest’ultimo caso specificando il tempo di conservazione dei dati e lasciando al sistema fare il salvataggio automatico quando lo ritiene necessario in funzione delle attività in corso.
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota