Emc, Il Big Data come vantaggio competitivo

Emc, Il Big Data come vantaggio competitivo

Il 91% dei decision maker ritiene che un migliore e più efficiente utilizzo dei dati sia un fattore chiave per prendere decisioni di business più efficaci

di: Redazione del 14/11/2013 12:35

Big Data & Analytics
 
EMC ha reso noti i risultati di un’analisi volta a evidenziare il grado di maturità in Italia di quelle che sono considerate le due tecnologie che influenzeranno maggiormente il business nei prossimi anni: Big Data e IT Transformation. “Questa analisi – ha detto Marco Fanizzi, Amministratore Delegato e Direttore Generale di EMC Italia- è la concreta dimostrazione di come in Italia le aziende percepiscano sempre più nitidamente i benefici di trasformazione insiti nei Big Data. Molte aziende sono perfettamente consapevoli dell’enorme valore aggiunto in termini di competitività e sicurezza portato dalla tecnologia. Questo è il cuore dell’IT Transformation, un processo dentro il quale le aziende italiane sono ben posizionate. La maggior parte delle aziende in Italia – prosegue Fanizzi - hanno già intrapreso progetti di virtualizzazione e creato business abilitanti per il cloud, arrivando  a creare un’infrastruttura caratterizzata esclusivamente dal software. Questo approccio, in combinazione con i Big Data analytics, permetterà alle aziende italiane di crescere considerevolmente in agilità e competitività”.
In base all’indagine il 91% dei decision maker ritiene che un migliore e più efficiente utilizzo dei dati sia un fattore chiave per prendere decisioni di business più efficaci. Inoltre, quasi il 40% degli intervistati dichiara che, grazie ai Big Data, la propria azienda è riuscita a ottenere significativi vantaggi competitivi sul mercato, rispetto ai concorrenti.   
In questo scenario, il 67% ritiene che le informazioni provenienti dai Big Data siano già oggi all’interno delle proprie aziende la base per prendere decisioni concrete per trasformare il business, mentre ben il 58% si dichiara convinto che le aziende che sapranno utilizzare al meglio questi strumenti saranno quelle in grado di distinguersi maggiormente in futuro. 
Emergono, invece, segnali contrastanti per quanto riguarda il tasso di adozione della tecnologia e i budget. Sebbene sia essenzialmente il budget a determinare le scelte aziendali (68%), il campione identifica in un ROI poco chiaro il principale elemento che blocca l’adozione di Big Data in azienda. In ogni caso - si afferma nel comunicato rilasciato dall'azienda - le aziende italiane intervistate hanno ben chiara l’importanza della costante ricerca di innovazione tecnologia all’interno di una competizione sia locale, che globale.

emc-forum.jpg

In uno scenario economico influenzato dalla crisi, il 72% considera i propri investimenti tecnologici come mezzo per raggiungere gli obiettivi di business. Secondo l’analisi, le priorità di business che guidano l’IT transformation in Italia sono: la ricerca di una maggiore efficienza dei processi e una migliore operatività aziendale (56%) e lo sviluppo di nuovi approcci alle strategie di mercato e di vendita (49%). Inoltre, se esiste un 82% di addetti ai lavori che ritiene sfidante per le aziende dotarsi internamente di tutte quelle competenze per stare al passo con l’innovazione tecnologica, oltre il 70% crede già di avere in-house il giusto livello di know-how per portare avanti in modo fluido la propria strategia di  business.Infine, il 79% concorda sul fatto che, nelle aziende, il più grande ostacolo per affrontare le priorità di business sia di natura culturale.
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota