Puglia: 1,5 milioni di euro per l'internazionalizzazione

Puglia: 1,5 milioni di euro per l'internazionalizzazione

L’agevolazione prevista consiste in un contributo a fondo perduto fino all’80% delle spese ammissibili.

di: Redazione ImpresaCity del 19/01/2017 10:38

Bandi
 
Risorse per un totale di 1,5 milioni di euro. Li mette a disposizione delle imprese che internazionalizzano la Regione Puglia, attraverso il "Bando per l’erogazione di voucher a favore dei processi di internazionalizzazione delle micro, piccole e medie imprese (MPMI) pugliesi".
Lo scopo è quello di sostenerne l'approccio ai mercati esteri attraverso la copertura delle spese necessarie per partecipare a fiere internazionali.
Per Unioncamere Puglia questo bando sarà il braccio operativo dell'ente regione, nell'ambito di un Accordo Quadro di collaborazione per sostenere la promozione internazionale delle micro, piccole e medie imprese pugliesi, firmato lo scorso dicembre, e si occuperà della fase istruttoria, che grazie all'apporto di Infocamere sarà interamente telematica. Il bonus fiere si rivolge alle mpmi pugliesi attive nei settori del “Manifatturiero”, della “Fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata”, della “Raccolta trattamento e fornitura di acqua, gestione delle reti fognarie, attività di trattamento dei rifiuti e recupero dei materiali”, delle “Costruzioni” e dei “Servizi alle imprese”.
Ha una dotazione finanziaria di 1,5 milioni di euro, di cui 1 milione per la copertura di parte dei costi di partecipazione alle Fiere indicate dal bando (in linea con i settori ed i paesi “focus” individuati dal Programma strategico regionale di internazionalizzazione 2016-2018) e 500mila euro per altre fiere internazionali a scelta delle imprese. L’agevolazione prevista consiste in un contributo a fondo perduto fino all’80% delle spese ammissibili.
L’importo massimo concedibile è di 3mila euro per fiere internazionali in Paesi europei, inclusa l’Italia, e 5mila euro per fiere internazionali in Paesi extra-europei. Saranno sostenute le spese di affitto, allestimento e manutenzione degli spazi espositivi, i costi di inserimento nel catalogo della fiera, i servizi di hostess e di interpretariato, le spese di spedizione dei materiali promozionali da esporre durante la manifestazione fieristica. La Regione Puglia (sezione Internazionalizzazione) gestirà l’incentivo avvalendosi del supporto tecnico di Unioncamere Puglia.
La domanda dovrà essere presentata esclusivamente per via telematica attraverso il portale https://webtelemaco.infocamere.it, a cominciare dalle ore 8.00 del 20 febbraio 2017 e fino alle ore 19,00 del 27 febbraio 2017. La procedura di assegnazione del contributo sarà di tipo valutativo con la determinazione di una graduatoria di merito. Ciascuna impresa potrà beneficiare di un solo bonus.
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota