Cosenza: 500mila euro per la creazione di nuove imprese

Cosenza: 500mila euro per la creazione di nuove imprese

La dotazione finanziaria complessiva destinata all’iniziativa è pari a 500.000 euro.

di: Redazione ImpresaCity del 13/09/2016 09:04

Bandi
 
La Camera di Commercio di Cosenza, nell’ambito delle iniziative istituzionali programmate per il 2016, ha inteso supportare la nascita di nuove imprese nella provincia cosentina concedendo un contributo per favorire la ripresa dell’occupazione. L’azione è rivolta agli aspiranti nuovi imprenditori che vogliono operare in qualsiasi settore economico e mira a incentivare con una maggiore percentuale del contributo a fondo perduto la nascita di nuove Startup Innovative e di Imprese “Femminili e Giovanili”.
La dotazione finanziaria complessiva destinata all’iniziativa è pari a 500.000 euro. Gli aspiranti imprenditori al momento dell’inoltro della domanda non devono essere iscritti nel Registro delle Imprese, ma avranno l’obbligo di iscriversi per ottenere la liquidazione del contributo concesso.
Le costituende StartUp Innovative, invece, dovranno iscriversi nell’apposita sezione del Registro delle Imprese dimostrando di possedere determinati requisiti. Il contributo a fondo perduto sarà erogato in un’unica rata, al netto della ritenuta del 4%, e vi saranno ammessi solo gli aspiranti imprenditori che presenteranno un progetto imprenditoriale che preveda investimenti ammissibili coerenti con l’attività descritta.
L’impresa, dopo la liquidazione del contributo, dovrà restare iscritta nel Registro delle Imprese di Cosenza per almeno tre anni dalla data di iscrizione, pena la restituzione del contributo.
I soggetti che richiederanno i contributi come nuove Startup Innovative dovranno possedere i requisiti inclusi nella Legge n. 221 del 17 dicembre 2012, che verranno formalmente riconosciuti all’atto di iscrizione nella Sezione Speciale delle Startup Innovative del Registro delle Imprese di Cosenza. I soggetti che richiederanno i contributi come Nuovi Imprenditori Giovanili dovranno possedere i requisiti di cui alla legge 95/1995, che verranno riconosciuti all’atto di iscrizione nel Registro delle Imprese. I soggetti che invece richiederanno i contributi come Nuovi Imprenditori Femminili dovranno possedere i requisiti di cui alla legge 215/92.
Infine, i soggetti che richiederanno il contributo come Nuova Impresa non rientranti nelle categorie precedenti non dovranno possedere alcun requisito specifico al momento dell’iscrizione al Registro Imprese ma solo i requisiti di ordine generale. L’intervento dell’Ente camerale consiste in un contributo a fondo perduto pari al 50% delle spese ammissibili al netto dell’Iva e comunque non superiore a 5.000 euro. Tale percentuale è elevata al 60% nel caso di nuove imprese femminili o giovanili per un importo massimo comunque non superiore a 5.000 euro.
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota