Verona: contributi per nascita e sviluppo di imprese culturali

Verona: contributi per nascita e sviluppo di imprese culturali

I contributi destinati alla nascita, sviluppo e consolidamento delle imprese culturali ammontano a 11 milioni di euro.

di: Redazione ImpresaCity del 02/03/2016 16:32

Bandi
 
Undici milioni di euro di contributi per la nascita e lo sviluppo delle imprese culturali venete tra il 2016 e il 2020. Sono i contributi stanziati per la prima volta per il comparto dalla Regione Veneto nell’ambito del Por-Fesr, il Piano operativo Regionale realizzato grazie ai fondi europei per lo sviluppo regionale, con il contributo di Stato e Regioni.
Secondo la ricerca Unioncamere-Fondazione Symbola a Verona il settore, cioè le attività creative, artistiche e di intrattenimento, gestione biblioteche, archivi, musei ed altre attività culturali, pesa per il 6,6% sul totale della ricchezza prodotta e le imprese specializzate sono il 7,8% del totale. 
“Un euro di ricchezza prodotta con la cultura ne genera altri 1,7 di indotto. E’ ora di sfatare il mito che cultura, spettacolo e business siano antitetici – commenta Silvia Nicolis, componente di Giunta della CdC di Verona - la produzione di cultura porta valore alla società, ma si deve mantenere, per questo come Camera di Commercio apprezziamo molto che questa iniziativa della Regione sia rivolta esclusivamente a soggetti privati e non agli enti pubblici. La provincia di Verona con le sue bellezze artistiche, architettoniche, paesaggistiche e le expertise sviluppate nell’abbinata cultura, intrattenimento, spettacolo rappresenta un contesto ideale per la nascita e lo sviluppo di imprese culturali. Che rappresenterebbe poi la linfa che alimenta l’offerta turistica scaligera”. 
I contributi sono destinati alla nascita, sviluppo e consolidamento delle imprese culturali. 
“Sono 40mila imprese culturali, 8,7 per cento del totale nazionale del settore con ricaduta economica pari all'8 per cento del Pil regionale rispetto a media nazionale del 7,5 – ha spiegato Maria Teresa De Gregorio dirigente del settore culturale della Regione Veneto – una realtà importante per l’economia veneta che è inserita per la prima volta nei bandi per le imprese. Si tratta di un’innovazione importante per un settore molto vivace, ma è importante sottolineare che, come negli altri casi, saranno finanziati progetti immediatamente cantierabili. La domanda di contributo è aperta a tutte le realtà private, anche le persone fisiche, purchè avviino un’impresa non appena venga approvato il progetto di business”.
La misura dedicata alle imprese culturali è la 3, sub azioni 5.1 e 1.1, ovvero quella dedicata al supporto per le nuove imprese, ma anche investimenti per tutto quanto sia necessario per lo sviluppo o la riorganizzazione dell’azienda, a cominciare dall’innovazione di processo o di prodotto.
Per tutte le informazioni: www.vr.camcom.it.
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota