Verona: Bandi 2016, innovazione tecnologica e accesso al credito

Verona: Bandi 2016, innovazione tecnologica e accesso al credito

Il primo bando a disposizione delle imprese sarà quello per l’innovazione tecnologica. Il secondo bando, destinato ai Confidi sarà aperto dopo l’estate.

di: Redazione ImpresaCity del 13/01/2016 08:00

Bandi
 
Sono 7 i milioni le risorse stanziate dalla Camera di Commercio di Verona per 3,1 milioni di contributi per l’innovazione tecnologica e l’accesso al credito e il resto per le attività di l'internazionalizzazione delle imprese della provincia scaligera.
I bandi 2016 sono stati approvati dal Consiglio camerale a fine anno e sono riservati alle micro e Pmi scaligere, anche raggruppate in Consorzio o associazioni Temporanee, purché abbiano la sede legale o un'unità operativa nella provincia di Verona e ai Consorzi di garanzia fidi che operino con imprese provinciali.
“Prosegue il progetto di sostegno dell’economia locale iniziato ben 16 anni fa e sempre sulla strada tracciata, cioè la promozione dell’innovazione tecnologica– spiega Giuseppe Riello, Presidente della CdC – cui abbiamo destinato 25,1 milioni di euro dal 1999. Tenuto conto di un moltiplicatore di 6 volte il contributo, questi hanno generato investimenti per 150,6 milioni negli ultimi 6 anni. A questi negli ultimi anni, la Camera di Commercio ha affiancato un sempre maggior investimento nell’attività di promozione e internazionalizzazione dei settori dell’economia veronese”.
Il primo bando a disposizione delle imprese sarà quello per l’innovazione tecnologica. Il secondo bando, destinato ai Confidi sarà aperto dopo l’estate come di consueto.
“È un impegno importante e straordinario - spiega il vice presidente della CdC, Andrea Prando - quello che l’ente offre alle imprese veronesi attraverso la "restituzione" al territorio di 3.100.000 euro in bandi di cui 1,8milioni che riguardano l'innovazione tecnologica, così come l'abbiamo conosciuta negli scorsi anni, e 1,3milioni verso il sistema del credito, attraverso i Confidi, che con il moltiplicatore riescono ad attivare garanzie bancarie mediamente dieci volte rispetto all'erogato. Per le aziende che "rinnovano" vi sono contributi a fondo perduto del 18% (9 % per le medie imprese) con massimali che vanno da 12.000 euro a 13.500 in caso di imprese iscritte nel rating legalità o impresa giovanile/ femminile”.
Le domande di contributo per il bando dell’innovazione tecnologica si potranno presentare dal 16 al 23 marzo solo attraverso lo sportello on line “Contributi alle imprese” del sistema Webtelemaco di Infocamere – Servizi e-gov. Sul sito dell’ente, in home page, nel menù a sinistra alla voce Finanziamenti si può scaricare la documentazione relativa al bando e le istruzioni per compilare la domanda.

IL BANDO PER L'INNNOVAZIONE TECNOLOGICA IN PILLOLE:
STANZIAMENTO: 1,8 milioni di euro
APERTURA BANDO: dal 16 al 23 marzo
DESTINATARI: Imprese con sede a Verona
OGGETTO: Investimenti in innovazione tecnologica
INVESTIMENTO MINIMO: 7mila euro
PERCENTUALE DI CONTRIBUTO: 18% per le piccole imprese o 9% per le medie
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota