Torino: via al bando per le start-up innovative

Torino: via al bando per le start-up innovative

In Piemonte sono 172 le imprese iscritte alla sezione delle start-up innovative del Registro imprese delle CdC.

di: Redazione ImpresaCity del 30/06/2014 17:20

Bandi
 
Sostenere, con contributi a fondo perduto, le start-up innovative piemontesi iscritte nella sezione speciale del Registro imprese e impegnate nella produzione di nuovi prodotti o servizi.
Questo l'obiettivo del bando per il sostegno alle start-up innovative: c'è tempo fino al 4 agosto per inviare le domande a Unioncamere Piemonte.
Nell’ambito dell’Accordo di Programma fra il Ministero dello Sviluppo Economico e Unioncamere, le CdC del Piemonte, coordinate da Unioncamere Piemonte, hanno stanziato 24 voucher da 4mila euro l’uno per sostenere, con contributi a fondo perduto, le start-up innovative piemontesi iscritte nella sezione speciale del Registro imprese e impegnate nella produzione di nuovi prodotti o servizi.
La start-up innovativa è una società di capitali di diritto italiano, costituita anche in forma cooperativa, o società europea avente sede fiscale in Italia, che risponde a determinati requisiti e ha come oggetto sociale esclusivo o prevalente: “lo sviluppo, la produzione e la commercializzazione di prodotti o servizi innovativi ad alto valore tecnologico” (Sezione IX artt. 25-32 del D.L. 179/2012).
Il bando prevede lo stanziamento di 24 voucher, secondo la seguente suddivisione territoriale: sino ad un massimo di 20 voucher per le aziende con sede in provincia di Torino; 1 voucher complessivo per le aziende con sede nelle province di Alessandria e/o Asti; 1 voucher per le aziende con sede in provincia di Cuneo; 2 voucher complessivi per le aziende con sede nelle province di Novara, Biella, Vercelli e/o VCO. Ai fini dell’attribuzione del punteggio saranno valutati anche aspetti quali: la titolarità di brevetti europei; l’insediamento della start-up presso un incubatore piemontese; la partecipazione a network internazionali, a progetti di ricerca europei nell’ambito del 7PQ e di Horizon 2020, o ai Progetti Integrati di Filiera (PIF) e/o Progetti Integrati di Mercato (PIM) del Ceipiemonte; il fatto che si tratti di un’impresa giovanile, femminile o a vocazione sociale.
Le domande di contributo dovranno essere inviate a Unioncamere Piemonte entro il 4 agosto 2014, esclusivamente attraverso posta certificata all’indirizzo: areaprogettiunioncamerepiemonte@legalmail.it Il bando e la modulistica sono disponibili sull'apposita pagina del sito di Unioncamere Piemonte.
Tag notizia:

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota