Basilicata: imprese "rosa", fondi nazionali dal credito agevolato

Basilicata: imprese

Metà degli interventi previsti sarà destinata alle start up.

di: Redazione ImpresaCity del 01/02/2014 08:47

Bandi
 
Le imprese “in rosa” della Basilicata hanno appena superato l’anno più duro dall’inizio della crisi, registrando l’ennesimo saldo negativo (-239 unità a fine settembre rispetto al 2012). Il segno meno è una costante: dal 2008 ad oggi le banche dati camerali lucane hanno registrato oltre 850 Pmi scomparse.
Così, per cercare di rilanciare l'imprenditoria femminile a livello regionale, Unioncamere Basilicata ricorda che dal 14 gennaio scorso, a sostegno delle imprenditrici è operativa una Sezione Speciale Presidenza del Consiglio dei Ministri (Dipartimento per le Pari Opportunità) del Fondo di Garanzia per le piccole e medie imprese. In pista, fino a 300 milioni di credito garantito agevolato grazie a una dote complessiva di 20 milioni, 10 dei quali messi a disposizione dal Ministero dello Sviluppo Economico e 10 dal Dipartimento per le pari opportunità. Possono accedervi tutte le micro, piccole e medie imprese “in rosa”, e nello specifico: società cooperative o società di persone costituite in misura non inferiore al 60% da donne; società di capitali le cui quote di partecipazione spettano in misura non inferiore ai due terzi a donne e i cui organi di amministrazione siano costituiti per almeno i due terzi da donne; imprese individuali gestite da donne.
Metà degli interventi sarà destinata alle start up (imprese costituite o avviate non oltre tre anni prima della richiesta). In questo caso dovrà essere compilato un modello di valutazione specifico e allegato un apposito business plan.
"Grazie al nuovo strumento – commenta il presidente di Unioncamere Basilicata, Pasquale Lamorte - le imprenditrici potranno accedere direttamente al Fondo di Garanzia con modalità semplificate e presentarsi alle banche o ai confidi con la prenotazione della garanzia dello Stato, che si assume una parte del rischio del prestito che l'intermediario concede, facilitando il finanziamento".
Per prenotare la garanzia, l'impresa dovrà inviare l'apposito modulo al Gestore tramite raccomandata A/R o fax (0647915005) o posta elettronica certificata (bdm-mcc@postacertificata.mcc.it). Ottenuta la delibera di approvazione del Comitato di gestione del Fondo, l'impresa può recarsi presso un intermediario finanziario (banca, società di leasing o confidi) che dovrà presentare richiesta di conferma della garanzia entro tre mesi dalla data di delibera del Comitato.
Ulteriori informazioni sono reperibili sul sito www.imprenditoriafemminile.camcom.it o presso i Comitati per l’Imprenditorialità Femminile attestati presso le due Camere di commercio di Potenza e Matera.
Tag notizia:

Potrebbe anche interessarti:

 

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Opinioni e Commenti

...continua
 
 
 

Vota