Messagenet e le nuove frontiere del VoIP

Messagenet e le nuove frontiere del VoIP

Messagenet ha presentato la nuova applicazione Messagenet Mobile per device mobili Apple e il nuovo CallmeLink: si espandono le frontiere del VoIP italiano.

di: Andrea Sala del 16/11/2010 09:00

 
Messagenet, azienda italiana attiva nelle comunicazioni via VoIP, ha presentato due interessanti novità pensate per sfruttare le crescenti potenzialità di internet tenendo in considerazione la grande diffusione dei nuovi device mobili personali: per intenderci i vari iPad, iPhone e iPod touch.
messagenet-e-le-nuove-frontiere-del-voip-3.jpgIn questo senso l'azienda, facente parte del gruppo COMM2000 assieme a KPNQwest Italia, ha annunciato l'imminente disponibilità dell'App Messagenet Mobile per iPhone, iPad e iPod touch: si tratta di un software completamente realizzato in Italia che sfrutta il protocollo VoIP e la potenza di calcolo dei nuovi dispositivi Apple per proporre un modo alternativo per comunicare, anche a grandi distanze.
Spesso, infatti, le tariffe GSM sono costose e vanno a incidere sia su chi chiama che su chi riceve. In questa situazione si inserisce Messagenet, con i suoi servizi di chiamate, SMS e Fax via VoIP
I vantaggi per l'utente sono diversi: dal risparmio a livello di costi all'azzeramento delle tariffe di roaming quando ci si trova all'estero.
Messagenet Mobile era già presente sullo Store online di Apple, tuttavia mancava di alcune funzionalità chiave che gli utenti hanno chiesto a gran voce. La nuova versione, infatti, supporta ora il multitasking, l'invio di allegati Fax, l'invio di SMS e una qualità delle conversazioni migliorata.
messagenet-e-le-nuove-frontiere-del-voip-4.jpg
Rimanendo attiva in background, l'App funziona così da seconda linea che si interfaccia con un eventuale secondo numero fornito sempre da Messagenet. L'azienda, infatti, offre anche un servizio di numerazione geografica che sfrutta il protocollo VoIP, servizio ovviamente supportato dall'omonima App. Oltre a questo aspetto, poi, l'App porta la possibilità di effettuare chiamate voce su apparecchi che nativamente non lo prevedono, come iPod touch.
Un'altra integrazione del software è con il portale di Messagenet, che funziona come cruscotto che raccoglie e salva tutte le attività effettuate dall'utente anche sul proprio dispositivo mobile: dagli SMS inviati e ricevuti ai Fax spediti attraverso i servizi dell'azienda.
messagenet-e-le-nuove-frontiere-del-voip-5.jpg
A corredo, poi, gli sviluppatori hanno anche apportato alcuni piccoli miglioramenti che si sono tradotti in una maggiore autonomia del device, un'interfaccia ridisegnata e più pratica e una più profonda integrazione con le funzioni proprie del dispositivo Apple, tra cui la rubrica e il riconoscimento del numero. In futuro, riferisce l'AD di Messagenet Andrea Galli, arriveranno anche le videoconferenze.
L'applicazione arriverà a breve su App Store, sarà gratuita e necessiterà di un account - anche free - sul sito Messagenet.
Il secondo annuncio di rilievo della società ha riguardato il nuovo servizio CallmeLink beta, un nuovo modo per comunicare attraverso il web che non comporta l'installazione di alcun software.
messagenet-e-le-nuove-frontiere-del-voip-1.jpg
Il funzionamento è semplice: all'interno del proprio account sul portale Messagenet è presente un apposito campo in cui il sistema genera un link, link che poi può essere inviato ad un altra persona per iniziare la conversazione vocale.
A chi riceve il link basterà solo cliccarci sopra per chiamare il mittente, il tutto via web browser e utilizzando i dispositivi hardware del proprio Pc, ossia microfono integrato e altoparlanti.
messagenet-e-le-nuove-frontiere-del-voip-2.jpg
Il servizio è gratuito e non necessita che il ricevente sia registrato sul sito Messagenet per poter effettuare la chiamata. Eventuali chiamate non risposte, poi, finiscono nella segreteria dell'utente che ha generato il link.
CallmeLink è in fase beta e ogni link creato risulta valido per 48 ore, ma l'azienda ha in mente l'offerta di un servizio a pagamento che si basa sul numero di utenti massimi e che non comporterà la scadenza dei link. 
Il servizio risulta interessante sia per utenti privati che vogliono telefonare gratis sia, ad esempio, per aziende che possono istituire degli economici "numeri verdi" a disposizione dei clienti o dotare dei call center di una linea VoIP a basso costo.
In più CallmeLink beta non impatta sulle infrastrutture di rete e sulla banda internet aziendale, configurandosi come un servizio leggero, pratico e sopratutto economico, ha aggiunto Marco Fiorentino, Amministratore Delegato di KPNQwest Italia.

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Notizie dal Web

  • Bash Bag, una minaccia reale?

    Il commento di Jan Valcke, Presidente e COO di VASCO Data Security, sulla nuova vulnerabilità informatica denominata Bash Bug

  • * Alibaba, perché sì e perché no

    L'opinione Stefan Schmidt, vice president product strategy di Hybris, partner di Sap, sui rischi associati all'e-commerce di Alibaba

  • App native o Web App?

    La critica di Christian Heilmann, Principal Developer Evangelist di Mozilla, nei confronti delle app native

  • Come mettere a punto un piano per la compliance

    Come pianificare l'adeguamento dei sistemi informativi per conformarsi alle nuove normative. Intervento di Elizabeth Maxwell, Technical Director di Compuware

  • Bitcoin e valute crittografiche

    Rischi e minacce legate all'utilizzo delle criptovalute. L'opinione di Ivan Straniero, Territory Manager, Italy & SE Europe Arbor Networks

...continua